26.11.10

Mercoledì 1 dicembre: "Felix Lalù torna a dipingere (ma solo per soldi) + La Piccola orchestra"

Apertura ore 19.00 ingresso gratuito

presentazione della mostra
"Felix Lalù torna a dipingere (ma solo per soldi)"




e a seguire "La Piccola Orchestra" Live





Felix Lalù
Dopo aver girato il mondo militando in gruppi seminali quali Crosby Stills Nash & Celine Dion, Righeira, Miroslav Fagocevic Tribute Trio, SuperKlero e Piccolo Male Puro.
Dopo aver sbancato i botteghini e fatto ballare migliaia di cubiste (tutte con tette paurose) con le hit techno-cristiane "Ora pro Felix" e "La unica iglesia que ilumina es la iglesia que arde".
Dopo aver fondato La Ostia - Registrazioni Artigianali, etichetta indipendente che ha lanciato tossicomani come Nirvana, Miles Davis, el Camaron de la Isla e Gigi D’Alessio. Stanco dello star system, delle groupie, delle droghe pesanti, di satana e della propoli, Felix Lalù: si ritira in Val di Rabbi, tra le amate montagne del Trentino.

È dalle rumorose e cazzute sponde del Rio Valorz che nasce La Piccola Orchestra Felix Lalù: neomelodico alpino, folk per metallari, reggae per beoni, afrobeat per autonomisti sudtirolesi, techno per suore in fregola, punk da cameretta.


Felix lalù blog
Felix lalù myspaces

17.11.10

Venerdì 19 novembre: Razza Partigiana e Birra artigianale della Val di Fiemme


Ore 19.00: Presentazione e degustazione dei prodotti del birrificio artigianale “Birra di Fiemme”

Ore 21.00: presentazione del volume Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola (1923-1945) di Carlo Costa e Lorenzo Teodonio, ed. Jacobelli, 2008


La Birra Fiemme è la birra di una delle vallate più suggestive e amene del Trentino Alto Adige dove, la ricchezza di un acqua incontaminata e la passione di Stefano Gilmozzi hanno riprodotto quell'antica alchimia che qui per secoli ha permesso di produrre una delle bevande più dissetanti ,naturali e sane che all'uomo è dato di creare: una birra unica,dal gusto pieno e ricercato.

Da sempre affascinato dai misteri della trasformazione e fusione delle materie prime Stefano Gilmozzi ha trovato nella storia locale, ed in particolare nella presenza nelle limitrofe Predazzo (Tn) e Fontane Fredde (Bz) di birrifici artigianali, famosi ma dimessi, lo stimolo per iniziare questa appassionante avventura.

Una birra volutamente non pastorizzata che, priva di conservanti e stabilizzanti, è un boccale pieno di Natura.

Per Stefano,che ha appreso il mestiere carpendo i segreti di vari mastri birrai in Alto Adige e in Germania,è fondamentale che chi fa birra artigianalmente rispetti il "must"(dovere categorico) della qualità,sin dagli ingredienti: "non lavorare con i concentrati, ma riscoprire le ricette della nostra tradizione. Da noi le birrerie c'erano e con esse le ricette per fare ottime birre:io credo nell'importanza di riscoprire queste cose,gran parte del mio mestiere sta nella ricerca dei malti e dei luppoli giusti per produrle. Ovviamente l'acqua pura di alta montagna è la pergamena preziosa sulla quale riportare queste suggestioni."

Ho chiamato le mie birre Larixbier e Kellerbier per il loro colore: larix in latino significa larice, 'l'albero rosso' che qui in valle non manca, Keller in tedesco significa cantina, 'birra di cantina'.

La Weizenbier ha il nome del tipo di birra, che letteralmente significa birra di frumento.

---------------------------------------

Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola (1923-1945)
di Carlo Costa e Lorenzo Teodonio, ed. Jacobelli, 2008

Carlo Costa è ricercatore presso il Museo storico della Liberazione di Roma.

Lorenzo Teodonio collaboratore presso il centro per la riforma dello Stato.

Gli autori hanno scavato negli archivi e parlato con parenti ed amici di Giorgio Marincola, partigiano italo-somalo caduto a Stramentizzo di Fiemme, in Trentino, il 4 maggio 1945.

I due autori sono riusciti a ricostruire, attraverso veri e propri frammenti di memoria, la sua storia così simile eppure così diversa da quella di tanti giovani italiani che, come lui, avevano scelto di combattere apertamente il nazifascismo fino alle estreme conseguenze.

"Razza partigiana" è la storia personale di Giorgio Marincola, la cui vita può essere narrata da diversi punti di osservazione.

Giorgio Marincola è stato un partigiano romano, entrato nelle file della Resistenza nelle prime settimane dell'occupazione nazifascista di Roma. Come altri partigiani dell'Italia centrale, liberata nel corso dell'estate 1944, ha deciso di prolungare la lotta oltre la liberazione della propria città. Arruolatosi così nell'intelligence militare britannica, ha combattuto in Piemonte, nel territorio di Biella, dall'agosto 1944 al gennaio 1945.

Venne arrestato dalle SS, interrogato, malmenato, rinchiuso in carceri più o meno istituzionali. Fu internato nel Polizeilicher Durchganglager di Bolzano, uno dei campi di concentramento tedeschi nella penisola, da cui uscì cinque giorni dopo l'insurrezione generale, il 30 aprile del 1945.

Si aggregò poi ad una banda partigiana della Val di Fiemme, per riprendere la lotta interrotta dal suo arresto.

Il 4 maggio 1945 venne ucciso a Stramentizzo, nell'ultima strage nazista in territorio italiano. Giorgio Marincola è stato anche uno studente giunto all'antifascismo attraverso un processo di formazione culturale iniziato sui banchi di scuola per merito del suo professore di storia e filosofia. Giorgio Marincola è stato un italiano dalla pelle nera, un "mulatto", un figlio della colonia nato da un militare italiano ed una donna somala durante la fase di consolidamento della presenza militare e coloniale italiana in Somalia.

Giorgio Marincola è uno specchio della storia d'Italia della prima metà del ventesimo secolo, delle sue sofferenze e della sua complessità. Una figura di rara bellezza.

Il libro, arrivato in pochi mesi alla prima ristampa, è distribuito su scala nazionale ed è disponibile in tutte le maggiori librerie, oppure acquistabile on-line sul sito della casa editrice.

12.11.10

Mercoledì 17 novembre: presentazione della mostra "EZLN Justicia, Tierra y Libertad" e del fumetto Global Warming


mercoledì 17 novembre dalle ore 18.00

Comics Global Warming & EZLN

Aperitivo all’Enolibreria da Jurka

ore 18.00 Presentazione della mostra fotografica di Simona Granati sul movimento zapatista

“EZLN: Justicia, Tierra y Libertad” per festeggiare i 27 anni dell’EZLN

Simona Granati è fotogiornalista freelance in movimento e di movimento dal 1990. Ha partecipato a numerose mostre collettive e personali e alla pubblicazione di libri fotografici raccontando soprattutto quella parte di società invisibile, che in ogni parte del mondo esige il diritto ad una vita degna. "Uomini e donne che non hanno potere e nemmeno lo vogliono, che non hanno spazi e li occupano, non hanno lavoro e reclamano reddito, che sono sempre stat@ esclus@ e allora creano spazi di partecipazione, che ripudiano la guerra e la vogliono fermare, che non hanno voce e allora spesso gridano."
Pubblica sui maggiori quotidiani e periodici nazionali ed esteri.

---------------------------------------------------------------------------

ore 19.00 Presentazione della antologia di fumetti "Global Warming" (Burp! e Sherwood Comix) e di “Il dente e la lingua. Reportage grafico dal Cop 15”.

Saranno presenti Cisco Sardano, Anna Pagone, Sara Bartoletti e Valerio Camposeo membri della redazione di Burp! nonchè autori di alcune delle storie presenti nella antologia.

Global Warming
Immagini che producono azioni
NdA Press, luglio 2010.

Una antologia a fumetti dal taglio ambientalista, dopo il vertice di Copenhagen che si è concluso in un nulla di fatto e vista la sempre più alta centralità del tema in un paese che vorrebbe tornare al nucleare e privatizza l'acqua mentre il mondo guarda e investe sulle energie alternative. Settimo appuntamento con l'annuale antologia del fumetto indipendente italiano curata da Claudio Calia e Emiliano Rabuiti nell'ambito del progetto Sherwood Comix, costola "a fumetti" dello Sherwood Festival, il più grande evento musicale del Veneto organizzato dalla più longeva radio libera italiana, Radio Sherwood. Questa volta l'antologia è arricchita dall'entrata in redazione del collettivo che cura la rivista bolognese autoprodotta Burp! Deliri Grafico Intestinali.

Burp! Deliri grafico intestinali è una rivista autoprodotta di fumetti nata dalle attività del SottoSuono Lab, progetto culturale indipendente del centro sociale TPO di Bologna. Giunta in breve tempo al quarto numero, la redazione ha curato insieme a Claudio Calia e Emiliano Rabuiti l’antologia Global Warming (Nda Press, 2010).

“Il dente e la lingua. Reportage grafico dal Cop 15” (2010) Autoproduzione. Di Sara Bartoletti e Valerio Camposeo (Burp Comix).

Un punto di vista personale di un esperienza collettiva, partendo dall'autoproduzione, miscelando passioni, immagini, parole e dolori. Sedici tavole a colori su carta ecocompatibile per raccontare un viaggio nel mondo delle meraviglie di Copenhagen nei giorni del Cop15. Attraverso un dente dolorante passa il surriscaldamento globale e la gelida repressione locale, la difesa dei beni comuni e lo sfruttamento delle risorse (anche umane), la voglia soggettiva di sfuggire al controllo e la possibilità collettiva di farlo. La complessità tastata con la lingua e ributtata in un agile albo che risente della confusione degli autor@ e dei tempi.

Links Utili:
Recensioni:
Global Warming non è solo questo: crisi economica, guerre, paranoia securitaria, razzismo e respingimenti, sono tutti elementi di un riscaldamento della tensione globale sulla superficie del pianeta su cui gli autori di questo volume hanno voluto esprimere con le loro storie e i loro disegni un contributo a fumetti.

28 fumetti inediti di:

Andrea Antonazzo, Mauro Balloni, Armin Barducci, Ap, Daria Gatti, Sara Bartoletti, Thomas Bires, Brochendors, SocioComix, Toni Bruno, Valerio Camposeo, Andrea Medda, Manuel De Carli, Tommaso Di Lauro, Cisco Sardano, Paolo Di Orazio, Massimo Semerano, Jacopo Frej, Nicola Gobbi, Otto Gabos, Laca, Alessandro Lise, Alberto Talami, Francesco Matteuzzi, Niccolò Storai, Christian Mirra, Stefano Misesti, Giorgio Rebuffi, Davide Reviati, Gianluca Romano, Emanuele Rosso, Giulia Sagramola, Cristina Spanò, Joe Tondelli, Ryan Lovelock, Luca Vanzella, Luca Genovese, Luana Vergari, Teodora Gales, ZeroCalcare

Copertina di Giuseppe Palumbo

[...] Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto. Dopo sei anni e sei antologie intitolate Sherwood Comix, il progetto doveva cambiare, volevamo che diventasse più coinvolgente rispetto al nostro mondo di riferimento, quello da cui questi libri hanno tratto ispirazione e ragione d'essere: la redazione della radio libera più longeva del nostro paese e il variegato arcipelago dei centri sociali. Per farlo abbiamo intrapreso un percorso di ricerca nel nostro mondo, sfruttando le decine di presentazioni in spazi sociali e librerie di questi anni per intessere rapporti, fare rete con altri interessati a questo meraviglioso linguaggio che pensiamo sia il fumetto.

E' con gioia dunque che ci ritroviamo a scrivere questa prefazione per un settimo volume che in realtà è il primo volume di una nuova esperienza: Sherwood Comix incontra Burp! Deliri Grafico Intestinali, una realtà emergente dalle serate del SottoSuono Lab del TPO di Bologna, una rivista che ha già dimostrato con le sue uscite bimestrali di essere un progetto serio e portato avanti con costanza, professionalità e indipendenza. Ed è questo che ci stava e ci sta a cuore dimostrare: non c'è indipendenza senza impegno, e si può essere fieramente indipendenti anche collocandosi nel mercato delle librerie di varia. Spesso sentiamo dire che il fumetto ha bisogno di contenuti maturi per poter essere considerato alla stregua di altri linguaggi, ma troppe volte ci si ferma a questa considerazione senza agire conseguentemente, senza realizzarli, i fumetti maturi, quasi che bastasse la dichiarazione di intenti per consolarci con una virtuale pacca sulle spalle, tornando come autori a raccontare di vigilantes in calzamaglia, cow boy macho o indagatori dell'incubo con problemi relazionali. [...]

dalla postfazione di Claudio Calia e Emiliano Rabuiti

8.11.10

Mercoledì 10 novembre live Aronne Dell'Oro

Aronne Dell'Oro propone un concerto che spazia dalle canzoni popolari e ballate mediterranee dal Sud Italia, alla musica della Grecia, fino ai ritmi provenienti dal mondo arabo-andaluso.

Aronne ha un talento raro nel suonare e cantare canzoni popolari e ballate mediterranee. Ha viaggiato e vissuto in terre lontane, costruendosi un repertorio meraviglioso di brani spesso sconosciuti dell’Italia meridionale (soprattutto del Salento, terra di origine della sua famiglia), della Grecia, della tradizione arabo-andalusa.

Durante il live ascolterete canti delle campagne del meridione, villanelle del rinascimento napoletano, cantigas sefardite e spagnole e rivisitazioni dei cantautori più classici.

Apertura ore 19.00 ingresso libero

Prossimi eventi

Mercoledì 17 novembre - Comics Global Warming & EZLN
ore 18.00 presentazione della mostra fotografica di Simona Granati sul movimento Zapatista
"EZLN: Justicia,Tierra y Libertad" per festeggiare i 27 anni dell' EZLN
a seguire Presentazione della raccolta di fumetti Global Warming (BURP! & SHERWOOD COMIX)

Venerdì 19 novembre
- Appuntamento straordinario

ore 19.00 apertura con Presentazione e Degustazione dei prodotti del birrificio "Birra della Val di Fiemme"
a seguire Presentazione del libro "Razza Partigiana"
saranno presenti gli autori Carlo Costa e Lorenzo Teodonio.

Per proporre iniziative o per collaborare con noi scrivi a dajurka@gmail.com

Enolibreria da Jurka è aperta tutti i mercoledì dalle 19 alle 23.